26 novembre: Bambole Spettinate e Diavole del Focolare non parteciperà

Il 26 novembre avrà luogo a Roma la manifestazione nazionale contro la violenza sulle donne Non Una Di Meno.

Un tema ampio, che ha richiesto un grandissimo lavoro per organizzare una manifestazione il più possibile inclusiva. Purtroppo, l’ampiezza del tema e il tentativo di trovare una sintesi, hanno portato a un risultato che non possiamo condividere.

Il tentativo di trovare punti di contatto è stato un tentativo certamente lodevole, ma il cui risultato è stato quello di mettere in discussione alcuni punti fondativi del movimento, minandone l’identità e quindi l’unità.

In particolare ci riferiamo alla partecipazione alla manifestazione del movimento pro-prostituzione.

Il riconoscimento delle donne in quanto soggetti e non oggetti sul mercato è il cuore del femminismo, la famosa idea radicale che le donne sono persone. Con questa manifestazione noi donne rivendichiamo la nostra libertà, il nostro diritto di essere considerate persone, di avere un nostro spazio e una nostra rappresentanza, di non essere discriminate sul lavoro, di vedere garantito il nostro diritto alla salute… e insieme a tutto questo il diritto di prostituirci. Una manifestazione che doveva essere di denuncia e di protesta contro la violenza sulle donne, porta con sé una rivendicazione della libertà di vendersi come prodotti.

Questa partecipazione di attivist* pro-prostituzione sta distruggendo il movimento dall’interno, portando aggressività e violenza proprio lì dove si voleva combatterle, eppure in nome di un principio di inclusività a tutti i costi – che però non vale per le vittime della tratta, che rifiutano di partecipare accanto a chi porta vanti istanze MRA (men’s rights activists), e allora restano fuori senza rimpianto – stiamo permettendo che questo succeda.

Prendiamo atto con grande amarezza che larga parte della manifestazione porterà avanti istanze che consideriamo assolutamente incompatibili con il movimento femminista, fortemente danneggianti del movimento stesso e soprattutto delle donne.

Per questo motivo, pur restando intatto il nostro sostegno a chi porterà lo spirito e gli argomenti con cui la manifestazione del 26 novembre è nata, noi di Bambole Spettinate e Diavole del Focolare non parteciperemo.

 

3 comments

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...