Epiche, amiche e innamorate

Oggi voglio parlarvi di Epiche, amiche e innamorate, libro scritto dalla nostra collaboratrice Chiara.

Il libro è un breve romanzo epistolare che raccoglie le lettere di cinque coppie di donne del mito e dell’epos sulla tematica dell’amore  (coniugale, fedele, offeso, maturo e materno ). Arianna piantata in Nasso da Teseo, per esempio, consola Didone abbandonata da Enea, Andromaca e Penelope attendono insieme la fine della guerra, Psiche convince Calipso a chiudere una relazione che non ha alcuna possibilità di decollare. Eco e Dafne gridano la loro denuncia contro gli uomini che le hanno offese ed infine Teti e Atena si confrontano sull’idea di madre e di maternità.

Un libro che sembra interessante e molto particolare, ma che ancora non ha visto la luce. Perché? Perché saranno i lettori a decretarne la nascita!

Il 14 settembre è partita la campagna di crowdfunding con la casa editrice online Bookabook. Allo scoccare della 200esima copia prenotata il libro verrà pubblicato. Se siete interessati, potete prenotare la vostra copia qui e aiutare così Chiara a vedere il suo libro prendere forma.

Di seguito la Sinossi del romanzo:

Una giovane ragazza piantata in Nasso consola una regina sedotta e abbandonata dall’anima gemella; due mogli affrontano con coraggio la lontananza che le separa dai rispettivi uomini, nemici sul campo di battaglia; una fanciulla dalla bellezza divina, mentre lotta per per ricongiungersi con l’amato, persuade una seducente ninfa a chiudere una relazione che si trascina stanca. Due vittime di amore non corrisposto reclamano ai posteri la memoria del loro sacrificio ed infine due “madri” si confrontano sull’idea di maternità.
Loro sono Arianna e Didone, Andromaca e Penelope, Psiche e Calipso, Eco e Dafne, Atena e Teti.
Sono eroine di un tempo senza confini, amiche e innamorate come le donne di oggi.

Perché ho scritto questo libro?

Ho sempre prediletto la lettura alla scrittura, un po’ per timidezza e un po’  per poco coraggio. Poi mi  è capitato di aver a disposizione  maggior tempo  da impiegare in quello che avrei sempre voluto fare e non mi sono più potuta tirare indietro.
Il mio libro vuole  essere anche un  omaggio nostalgico a una forma di comunicazione caduta ormai in disuso, a favore di modalità più istantanee e dall’immediato riscontro. Ma una lettera è molto  più che recapitare un messaggio: significa avere il destinatario – della missiva o del suo contenuto  –  nel pensiero e sulla punta della penna. In definitiva, significa amarlo due volte.


Perciò cosa aspettate? Prenotate, prenotate, prenotate 🙂

Annunci

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.