Cosa pensano le bambine delle principesse Disney

In questi giorni ho proposto alcuni video, articoli e analisi sulle vecchie principesse della Disney alla quali i più e le più grandicell*sono stat* abituat* sin da piccol*: Biancaneve, Aurora, Ariel, Jasmine, Belle e Mulan.

Principesse Disney
Principesse Disney

Ho parlato di principesse, di modelli e degli stereotipi che ci venivano inculcati  anni fa ma che, nonostante i tempi siano “leggermente” cambiati, vengono proposti ancora  soprattutto a causa di un feroce merchadisign. I pareri e gli spunti di riflessione sono stati diversi: chi ama le principesse, chi le ritiene innocue e chi, come la sottoscritta, non le tollera proprio.

Tutti i pareri e pensieri espressi sono stati di persone adulte, e perciò una domanda sorge spontanea: Ma le bambine, cosa ne pensano delle principesse Disney? ( purtroppo non posso parlare al maschile in quanto non ho trovato materiale a riguardo).

Miranda ha 7 anni e ci racconta quello che pensa a riguardo:

 “Le principesse sono delle stupide. Mulan è forte, ma le altre restano là a dire ‘Salvami, salvami’. Sono semplicemente stupide”. Invece di andare e “provare, provare e se non ci riesce, provare, provare e farlo”, aspettano il principe, che tanto sanno che le salverà. Se poi il principe non arriva se ne stanno ferme ad attendere.

Critica e tagliente, Miranda esprime il suo parere sulle principesse mettendo in evidenza il carattere forte di Mulan e la passività di tutte le altre:

la picchiano, la chiudono in una torre e non sta lì ad aspettare il principe alla finestra, va e risolve la situazione“.

Mulan
Mulan

Mulan è forte e luchadora (lottatrice). Le altre principesse invece restano ad aspettare inermi l’arrivo di qualcuno che faccia qualcosa per loro e una principessa inerme, a lungo andare, non piacerà neanche a un principe! Mulan trova il fidanzato perché è una donna indipendente che cerca di risolvere le situazioni, forte e determinata:

“Il suo fidanzato l’ha vista in azione e ha pensato che è lei il tipo di donna che vuole affianco, una lottatrice che non molla mai”

Invece gli altri principi? Se la devono vedere, oltre che con draghi e streghe cattive, con principesse che non sanno risolvere le situazioni e che si limitano ad aspettare che arrivi qualcuno a cambiare la loro vita.

Perciò, care principesse, attenzione! Può succedere che arrivati ad un certo punto, anche i principi si annoino  e – come dice Miranda- penseranno : “Non voglio più stare qui, datemi un’altra fiaba!

Pin@

2 comments

  1. Condivido in pieno quanto sostenuto dalla bambina su Mulan, e sono immensamente felice di vedere che anche fra i più piccoli ci sono quelli che hanno assorbito dei buoni valori: l’essere determinati e indipendenti, l’impegnarsi per ottenere ciò che si vuole, il conquistare un eventuale compagno/a attraverso doti diverse dalla più superficiale bellezza ecc. ecc.
    Tuttavia, continua ad apparirmi poco chiaro l’astio nei confronti delle principesse. Più che altro non capisco perché solo Mulan riesca a salvarsi, fra le principesse più antiche, dalle critiche di passività e di totale dipendenza dal principe. Sarò insistente, ma a parte Aurora, Biancaneve e Cenerentola, nessuna mi appare passiva, incapace di lottare per quello in cui crede, desiderosa solo di un uomo che la salvi dai guai. Analizzando singolarmente, Ariel è una donna curiosa che darebbe di tutto per realizzare il suo obiettivo, quello di diventare umana – che lei, a differenza di quanto accade nella fiaba originale, si pone indipendentemente dal principe -, e per conseguirlo è disposta anche a ribellarsi a regole che ritiene ingiuste.
    Belle non vuole un uomo, vuole vivere una vita avventurosa e manda a quel paese l’uomo che la vorrebbe moglie e madre. Salva suo padre (che in effetti è lui che viene rinchiuso in una torre, e che urla alla figlia “salvami, salvami!”) e fronteggia da sola un popolo inferocito. Jasmine neppure ha bisogno dell’uomo che la salvi e ha ambizioni limitate: a pensarci bene, anche a lei viene imposto un ruolo esclusivamente domestico che lei rifiuta assolutamente, e lotta per compiere in autonomia le sue scelte.
    Non viene nell’articolo poi citata Pochaontas, ma penso sia superfluo soffermarci su un personaggio notoriamente così forte ed indipendente.
    Quindi, davvero, mi sfugge il perché solo Mulan, fra le principesse arcaiche, debba essere un modello positivo. E non comprendo su cosa si basino le critiche volte alle altre (tranne su Belle, di cui però già si è discusso).

    Vi chiedo perdono per la quantità spropositata di post che ho polemicamente scritto sull’argomento xD diciamo che mi interesso particolarmente di questioni relative all’infanzia…

    Mi piace

    • Ciao!
      Beh, ti risponderei con le stesse parole che ho utilizzato per il post . Diciamo che abbiamo due visioni completamente diverse a riguardo! Ti anticipo che prossimamente (tempo permettendo) ho in mente altri post riguardanti il mondo Disney. Mi sa che torneremo nuovamente a “scontrarci”🙂
      Comunque di Pocahontas ne parlo nel mio vecchio post. Critico solamente l’aspetto, un po’ sessualizzato a mio parere, rientra comunque nella rosa delle principesse che si salvano!

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...