Rosina Ferrario

Licenza di Rosina Ferrario

Rosina Ferrario (Milano, 28 luglio 1888 – Milano, 3 luglio 1957) fu la prima donna italiana ad ottenere un brevetto di volo. Poco più che ventenne, si presentò alla scuola di aviazione dell’ingegnere Gianni Caproni, al campo di Vizzola Ticino, per prendere lezioni di volo. Il 3 Gennaio 1913 otterrà il brevetto di aviatrice italiana civile: la prima in Italia, l’ottava nel mondo. Dopo aver conseguito il brevetto partecipò a diverse manifestazioni e voli dimostrativi, accrescendo la sua fama a livello nazionale. Morì a Milano il 3 luglio 1957. Le sue spoglie riposano nel cimitero di Sesto San Giovanni, dove la Medaglia dei Pionieri dell’Aeronautica, conferitagli nel 1943 e a lei cara, fa da unica decorazione sulla sua tomba. Rosina Ferrario fu molto famosa ai suoi tempi, anche se, per realizzare il suo sogno, dovette lottare contro l’ostilità della famiglia, contro i pregiudizi radicati anche tra colleghi e superiori e infine contro la guerra, che, una volta aboliti i voli civili, le impedì di volare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.