Basta: Ricerche pericolose e maschiliste!

Navigando sul web ho scoperto una ricerca (qui) maschilista che per di piu’ consiglia alle donne di non usare il preservativo. Ho detto piu volte che in Italia manca l’informazione sessuale e in un contsto come questo è assai facile diffondere falsi miti.

Per lo piu’ manca per le donne sopratutto l’informazione per prevenire le gravidanze e  l’Hiv se non addirittura strumenti fisici per proteggersi da un rapporto sessuale. Infatti, mentre all’estero è ormai diffuso da 20 anni il condom femminile, qui in Italia non è nemmeno commercializzato.

Il maschilismo di questa ricerca è dovuto all’importanza del sesso orale (fellatio) per la coppia facendone addirittura uno strumento di felicità per la donna, insomma, una sorta di antidepressivo contenuto nello sperma, prodotto del godimento maschile.

Può un rapporto sessuale che non assicura alcun piacere alla donna poichè rivolto esclusivamente al godimento dell’uomo darci felicità solo in base al contenuto dello sperma ingoiato?

La ricerca è maschilista poichè non tiene conto dell’orgasmo femminile ma addirittura afferma che lo sperma è un antidepressivo naturale per “curare le donne” depresse. Insomma una ricerca che nasconde il consiglio alle donne di fare sesso solo per soddisfare il partner e fare figli!

Sembra di rivedere alcuni luoghi comuni e insulti verso donne “acidelle”, quando le viene consigliato di scopare di più e che la loro acidità è inversamente proporzionale al numero di cazzi succhiati. Vediamo alcuni passi:

Il sesso orale rende felici le donne. Così come le rendono felici rapporti sessuali non protetti. Perché? Lo spiega una ricerca della  State University di New York, che ha comparato la vita sessuale di 293 donne e la loro salute mentale.

Insomma, si insinua che la fellatio rende felici le donne, quindi le donne sarebbero felici di mettere in secondo piano il loro piacere a quello del partner e a quello dei figli. Si parla anche di rapporti sessuali non protetti mettendo pure a rischio la salute delle ragazzine che leggendo queste cose potrebbero prenderle per oro colato e metterle in pratica rischiando seriamente di infettarsi e di impelagarsi n gravidanze indesiderate.

[…]il sesso orale sia il miglior rimedio per la depressione femminile, poiché lo sperma contiene sostanze in grado di risollevare l’umore e conciliare il sonno. Inoltre contiene ormoni quali il cortisolo, l’estrogeno e l’ossitocina che hanno effetti antidepressivi.

Questo è un secondo passo della scienza spazzatura, molto maschilista come vedete e inoltre falso perchè l’estrogeno è un ormone femminile! Continuiamo:

 I rapporti non protetti dunque sono un “collante” per la coppia, che avrebbe modo di capire fin da subito se la relazione è destinata, almeno dal punto di vista biologico, a durare. Nel caso di donne che hanno rapporti protetti, e non sono dunque esposte allo sperma del partner, potrebbe innescarsi la ricerca di nuovi partner sessuali.

Insomma qui si dice che le donne devono avere rapporti non protetti per non cercare nuovi partner, non ci sono parole.

Conclusione? Fare sesso, senza protezione, rende le donne più felici e di fatto aiuta a combattere la depressione. Non solo: un aspetto della ricerca evidenzia come il livello di felicità della donna potrebbe essere correlato alla quantità di sperma in circolo nel corpo della donna.

Conclusioni? Allora perchè non stuprate tutte le donne depresse per guarirle?

Come la sessualità sia rimasta ancorata all’era freudiana quando l’orgasmo femminile non esisteva o era strumentale a quello maschile, però almeno c’era.

Update: E il Messaggero (quello per cui le donne vittime di uno stupro sono responsabili) appoggia questa ricerca.

Annunci

13 comments

  1. credo che il sesso orale (che mi risulta peraltro una pratica normale) possa davvero rendere felici entrambi, anche chi da’ piacere non solo chi lo riceve. E vale per la fellatio come per il cunnilingus, se poi lo sperma come anche il cioccolato contiene sostanze antidepressive bè buono a sapersi ma chi vuole fare sesso orale lo fa chi non vuole non lo fa, nessuna “ricerca” può cambiare questo fatto
    Lo stesso dicasi per il “sesso sicuro”, nei rapporti occasionali sarebbe sempre bene usare il preservativo (quindi sì in questo senso questa ricerca fa male a non rimarcarlo), poi nelle coppie stabili si decide insieme cosa fare e nessuna “ricerca” del cavolo può modificare questo.
    Un altro appunto: gli estrogeni sono presenti anche negli uomini ma in percentuali molto minori rispetto alle donne. Anche il testosterone (ormone sessuali maschile) è presente in piccole quantità nelle donne, come prodotto intermedio della sintesi degli estrogeni.
    Non credo comunque che la ricerca invitasse allo stupro, è sottinteso che ci si riferisce a rapporti consensuali e per sapere che facessero bene, ad entrambi i sessi, non avevo bisogno di ricerche.

    Mi piace

  2. Queste cosiddette ricerche scientifiche, che tali non sono, vengono finanziate: chiediamoci da chi e perché. Sulla pseudo scienza maschilista di ritorno, anche se in altro ambito misogino, consiglio uno dei capitoli di Naomi Wolf, “Bambole viventi. Il ritorno del sessismo”, ed. Ghena 2012, titolo originale “Living Dolls. The return of sexism”, 2010.

    Mi piace

  3. Se lo sperma è un antidepressivo naturale, perché non commercializzarlo? Prozac, Fluoxetina, Entact, Cipralex, hanno tutti pesanti controindicazioni… Perché non imbottigliare lo sperma, allora! Insomma, ho comprato una crema a base di bava di lumaca: se qualcuno raccoglie e infila in tubetti la bava di lumaca (e me li vedo, questi inseguitori di lumache) possibile che nessuna industria farmaceutica abbia pensato di sintetizzare un antidepressivo a base di sperma?

    Mi piace

  4. Sia chiaro che prendo sul serio la cosa, ma davvero io trovo che queste fantomatiche ricerche, come l’annosa questione del punto G (mai capito come lo cerchino) mettano l’intera comunità scientifica in imbarazzo per l’effetto comico che inevitabilmente generano. Voglio dire: immagino che tutti, leggendo questi saggi, si chiedano come mai questa gente invece di analizzare sperma non si metta a cercare una cura definitiva per il diabete, ad esempio.
    La domanda più legittima mi sembra proprio: ma chi diamine finanzia queste ricerche, perché tutti questi cervelli ed attrezzature sprecati così!

    Mi piace

  5. a me ‘ste ricerche sembrano più che altro stupide e inutili..e penserei lo stesso anche di una ricerca che mi dicesse che la fellatio intristisce le donne o il cunnilingus intristisce gli uomini

    Mi piace

  6. Oh ma certo….ho visto tante donne consigliare alle loro amiche depresse di ingoiare sperma per guarire che ho deciso di provare anch’io questo effetto!Anzi mi chiedo come mai le moderne psicoterapie non le abbiamo inserite fra i metodi di guarigione…chissà magari funziona meglio dello yoga ed è anche meno costoso! E poi, signore, ma da quando non usare il preservativo durante un rapporto provocherebbe il rischio di un cornificamento? Ma questa non è scienza, è fantascienza!
    Una vera e propria provocazione verso la nostra dignità, chissà come mai non si è ancora scoperto che lo “sperma femminile” aiuta anche gli uomini depressi!
    Dire che sono costernata è poco!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...